Scampi del Quarnero – i più raffinati frutti di mare del Mediterraneo

COS’HANNO DI SPECIALE GLI SCAMPI DEL QUARNERO?

Scoprite perché i buongustai hanno confermato che la polpa degli scampi del Quarnero è la più deliziosa e delicata dei frutti di mare dell’Adriatico. Gli scampi del Quarnero si distinguono per il colore rosso chiaro e la buccia sottile. Per questo sono diventati una delle delicatezze più apprezzate in assoluto dei frutti di mare del Mediterraneo.

I FRUTTI DI MARE MEDITERRANEI DEL GOLFO DEL QUARNERO

A causa di molte influenze mediterranee, la cucina della Riviera di Opatija si basa sui frutti di mare mediterranei: pesce, molluschi e crostacei abbinati a pasta, frutta e verdure, olive e olio d’oliva, castagne dolci e vino. Quando però chiedete di nominare le specialità più deliziose dell’Adriatico, i più risponderanno senza esitazione: gli scampi. Sembra che tutti concordino con l’affermazione che i più deliziosi scampi al mondo provengano “dal fango azzurro del Golfo del Quarnero”. Molti gourmet di tutto il globo sono disposti a pagare molto di più per gli scampi del Quarnero rispetto ad altri tipi di questa delicatezza.

 

LE ORIGINI DEGLI SCAMPI DEL QUARNERO

Si dice spesso che gli scampi del Quarnero siano il risultato di un incrocio casuale tra gli scampi nostrani con quelli portati al porto di Rijeka dai mari del sud della Cina, attaccati alle chiglie delle navi da guerra britanniche. I ristoratori del Quarnero raccontano molto volentieri questa storia alquanto esotica ai loro ospiti, convinti che essa renda gli scampi ancora più gustosi. Tuttavia, questa storia, come tante altre, è puro marketing. È molto più plausibile che gli attuali scampi del Quarnero siano stati importati nell’Adriatico dalla Norvegia, come concluso da uno studio circa 30 anni fa, e che, a causa del mare più caldo e meno profondo, il guscio si sia assottigliato e che la loro carne sia diventata più elastica e gustosa.

 

COME PESCARE GLI SCAMPI?

Se le viene chiesto come sono pescati gli scampi, la maggior parte delle persone semplicemente alzerà le spalle o dirà con delle reti da pesca. Questa risposta è solo in parte vera. Gli scampi più deliziosi e apprezzati si pescano esclusivamente con delle nasse sul palangaro. C’è una grande differenza tra gli scampi che vengono pescati con le nasse e quelli che vengono “raccolti” con le reti dal fondale. Le reti da pesca non sono selettive, raccolgono tutto quello che trovano sul fondale, ecco perché il pesce e gli scampi nelle reti spesso presentano lividi e ammaccature. Inoltre, negli scampi del Quarnero catturati con le nasse non sono presenti fango o sabbia.

 

IL MODO MIGLIORE PER PREPARARE GLI SCAMPI DEL QUARNERO

Di solito gli scampi del Quarnero si preparano in diverse maniere tradizionali. Come antipasto, spesso li troviamo crudi e marinati con alcune gocce di limone e olio extra vergine d’oliva d’alta qualità posti su del pane tostato. Antipasti caldi come risotti, pasta all’istriana o i tradizionali “pljukanci” sono tutti deliziosi grazie alla carne morbida ed elastica degli scampi. Come portata principale, gli scampi sono preparati alla “busara”: uno dei più famosi piatti di pesce dell’Adriatico. La busara non solo valorizza l’aroma naturale ma anche il profumo dello scampo del Quarnero. Questo è il piatto più apprezzato della costa quarnerina, quasi mitico in alcune zone. Gustate vari piatti moderni e tradizionali con questa specialità dei frutti di mare del Mediterraneo e godetevi l’armonia dei sapori degli scampi del Quarnero in svariati ristoranti di prima qualità di Opatija.

Loris Gobbo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *