Trucchi e consigli per friggere

 

 

Il fritto è buono si sa! Si friggono le patatine, il pesce, le verdure, i dolci (soprattutto quelli del periodo di carnevale) e tanto altro, ma oltre a non essere salutare crea cattivi odori in casa.  I dolci fritti più tradizionali sono quelli di carnevale come le  Chiacchiere e i Tortelli. Vedi Speciale Carnevale e leggi tutti i nostri suggerimenti e consigli per un fritto fantastico! Patatine fritte croccanti Quali patate usare? Patate, preferibilmente di tipo poco acquoso abbondante olio extravergine di oliva (o strutto, a seconda del sapore desiderato) sale. Il procedimento per friggere le patatine Per ottenere i risultati migliori è bene friggere per  le patatine più volte. La prima volta si frigge a bassa temperatura e un po’ più a lungo delle volte successive, per assicurarsi che siano cotte perfettamente all’interno, mentre la seconda e la terza frittura permettono di renderne croccante e asciutto l’esterno. Dunque… Ecco come fare….Consigliato l’uso del termometro da olio! Pelare le patate, tagliarle a bastoncini e metterle in acqua (preferibilmente fredda) Fare scaldare l’olio portandolo ad una temperatura di circa 150°. Al momento di friggere, asciugare bene le patate con un canovaccio e immergerle, un po’ per volta, nella padella lasciandole cuocere per circa cinque minuti. eScolarle bene o asciugarle con carta paglia o carta da cucina. Filtrare l’olio e rimetterlo sul fuoco portandolo ad una temperatura un po’ più alta (160/170°). Immergervi le patate, sempre poche per volta, e friggere per tre minuti circa. Scolarle ancora una volta e portare l’olio ad una temperatura piuttosto alta (190/200°). Immergerle e cuocerle un’ultima volta a fuoco vivo per un paio di minuti. Scolare bene, asciugarle velocemente su carta paglia e salare al momento di servire. Croccantissime chips Una volta tagliate tipo chips (per esempio a griglia con la mandolina), prima di friggerle passale nella farina di riso. La padella giusta per friggere La padella migliore è quella di ferro. Temperatura per friggere Il metodo più casalingo e rudimentale per capire se l’olio è pronto consiste nell’immergere la punta di uno stuzzicadenti nell’olio caldo, se fa tante bollicine, l’olio dovrebbe essere a temperatura. Oppure se si usa della pastella, basta metterne un pezzettino e vedere se inizia a friggere. Per i più perfezionisti può essere utile invece usare l’apposito termometro da cucina per misurare la temperatura dell’olio. ATTENZIONE: usare solo termometri idonei!

 

Michela Fioramonti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *