In Svizzera il primo hotel senza pareti

Basta con il lusso e le comodità, l’aria condizionata ed il televisore al plasma. Nasce in Svizzera Null Stern Hotel, il primo hotel senza pareti che riduce all’essenziale ogni servizio.moremore

Da qualche settimana gli artisti concettuali Frank e Patrik Riklin, supportati da un maitre professionale Daniel Charbonnier, hanno aperto il Null Stern Hotel sotto forma di un letto matrimoniale collocato all’aria aperta nella campagna svizzera.

I due artisti non sono nuovi ad idee bizzarre in fatto di ospitalità. Già tra il 2008 e il 2010 Frank e Patrik Riklin, fratelli gemelli, avevano trasformato un ex bunker atomico, nel cantone di San Gallo in Svizzera, in un hotel “a zero comodità”. Per soli 10 franchi svizzeri, i turisti potevano provare l’ebbrezza di dormire in un bunker sotterraneo senza finestre, telefono o TV.

Il nuovo albergo non è altro che l’evoluzione ancora più estrema del progetto artistico dei due artisti concettuali. Posto a 1.960m di altitudine, a Safiental, nel cantone svizzero dei Grigioni, è dotato di un semplice pavimento con sopra un letto matrimoniale, due comodini e due lampade.

Nessun immobile, né pareti a proteggere gli avventurosi turisti che hanno a disposizione un bagno a dieci minuti di cammino dall’hotel. Non certo comodissimo, ma la vista sulle Alpi ed il cielo stellato come tetto promettono di non far rimpiangere la mancanza di comodità.

La struttura è accessibile chiaramente solo d’estate, ma a differenza del hotel all’interno del bunker, dormire all’aperto si rivela decisamente più costoso: ci vogliono circa 250 franchi svizzeri per soggiornare una notte al Null Stern Hotel di Safiental.

 

MARIACRISTINA FERRAIOLI

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *