Benetti Lady Candy, motor yacht , 56 metri di puro stile

Se per Leopardi “il naufragar m’è dolce in questo mar”, a bordo del nuovo super yacht di lusso Lady Candy bisogna volgere l’ultimo verso dell’Infinito in “il navigar m’è dolce in questo mar”.

Questa prestigiosa imbarcazione da 56 metri targata Benetti, varata lo scorso giugno dal cantiere livornese, offre tutto ciò che è comfort, bellezza e tecnologia per una navigazione in totale relax.

L’architettura navale di Lady Candy, pensata dallo studio di progettazione Central Yacht del Comandante Paul Brackley, che si è occupato dell’ external styling, non tradiscono l’eleganza senza tempo di tutti gli yacht Benetti ma al contempo si arricchiscono di una incisiva contemporaneità: l’imponenza di una nave di 962 tonnellate rimane slanciata e i cinque ponti sono esaltati da un armonioso movimento che nasce dal contrasto delle lunghe finestrature circolari scure dei ponti superiori con lo scafo bianco.

L’esperto Armatore, di origine orientale, amante del mare e grande appassionato di diving, intende utilizzare Lady Candy insieme alla famiglia e agli amici. Ha partecipato in modo molto attivo alla progettazione della propria imbarcazione dando un forte segno di personalizzazione alla compartimentazione interna disegnata per lui da Central Yacht.

Per esempio, è stata un’esplicita richiesta dell’Armatore quella di dare priorità alle aree interne rispetto a quelle esterne, realizzando il gigantesco ed emozionale salone principale di 88 metri quadrati sul main deck o quella di spostare la sua cabina e quella della figlia sul ponte superiore per avere la massima privacy.

Lo stile e l’arredamento degli interni sono stati sviluppati da Central Yacht e dallo studio statunitense di architettura d’interni BAMO, che già aveva seguito il furnishing di altre proprietà immobiliari dell’Armatore.

  Per esempio, per un appassionato di diving e subacquea, non poteva mancare in prossimità della plancia di poppa una beach area completamente attrezzata di bar, gymnasium, bagno turco, bagno e zona living con doppio accesso per ospiti e crew.

Lady Candy si sviluppa su quattro ponti principali collegati da un ascensore centrale che si apre su eleganti lobby dalle quali si accede ai vari ambienti.

Per quanto riguarda le prestazioni, Lady Candy consente andature sostenute e un ottimo comfort di navigazione. La velocità massima raggiunge quasi i 17 nodi, mentre quella di crociera si attesta a 16 circa. A 12 nodi, andatura economica, l’autonomia è di 5.000 miglia nautiche. In sala macchine si trovano due MTU 12V 4000 da 1.320 kW ciascuno e due generatori Cat C9 Genset da 175 kW ciascuno.

Loris Gobbo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *