Mercedes-Benz S 63 AMG Coupé – Viaggi Stellati

,

Una suite imperiale che viaggia alla velocità di un Frecciarossa. È questa in sintesi la supercar tedesca. Il motore V8 biturbo da 585 cavalli la fa scattare da 0 a 100 in 4,2 secondi come una furia, mentre le poltrone regalano massaggi divini. Costa 178.500 euro, c’è anche in versione 4MATIC

Ricchissima, enorme eppure così elegante e pulita nelle forme da catturare l’attenzione stupita di tutti. La Mercedes-Benz  S 63 AMG  Coupé è un’auto dal design estremante riuscito, tanto da nascondere l’imponenza con un stile formale impeccabile.

 

La ricerca estetica tocca livelli altissimi quando si aprono le porte e si ammirano gli interni della Classe S Coupé (da qui in avantila chiameremo anche SEC, in onore dei leggendari modelli degli anni ’80). L’abitacolo della nuova Mercedes-Benz sulle prime appare improntato a una grande semplicità. Ma osservando i più piccoli dettagli, si scopre una declinazione lussuosa che pone la Classe S nell’olimpo dell’automobilismo. Per carità, non è certo una novità: l’ammiraglia tedesca è da sempre il biglietto da visita del colosso tedesco alle voci prestigio, tecnologia e sicurezza.

A tanta meraviglia esteriore si accompagna una dotazione tecnica da far rizzare i peli sulle braccia. Parliamo della sigla AMG, che sta per Motorenbau und Entwicklungsgesellschaft mbH, dove si realizzano i motori sportivi in edizione limitata; ogni pezzo viene assemblato a manoda un solo tecnico che alla fine firmerà la targhetta di indentificazione del motore. E sempre in AMG si costruiscono i propulsori della modenese Pagani, una delle iper car più amate nel mondo. Pensate che per averne una bisogna attendere quasi due anni (e spendere circa 1.300.000 euro).

 

Ecco, quanto detto sopra è solo una piccola anticipazione della belva in guanti di velluto che stiamo provando. I numeri fanno molta più impressione. Il motore V8 da 5,5 litriè dopato da due turboche regalano valori imbarazzanti di coppia e potenza. La prima tocca quota 900 Nm  a 2.250 giri, mentre i cavalli sono 585 (430 kW) a 5.500 giri. Il cambio automatico a 7 marce SPEEDSHIFT MCT AMG è rapido nelle partenze, tanto chein 4,2 secondi si è a 100 all’ora. La velocità massima è limitata (di molto…) a 250 km/h; meglio così, altrimenti la nostra SEC supererebbe il muro dei 300 in pochissimo tempo. Il consumo medio dichiarato è di 10,1 l/100 km, ma nella pratica è molto più facile stare sui 15 l/100km.

Grande fuori e dentro

La Mercedes-Benz  S 63 Coupé AMG è grande fuori (è lunga 502 cm, larga 210), ma anche dentro non scherza. Davanti c’è uno spazio incredibile per distendere le gambe e farsi coccolare dagli enormi sedili dotati di massagio. Dietro la SEC ospita comodamente due adulti (non troppo corpulenti) che dovranno però tribolare un po’ per l’accesso a causa delle due sole porte e del tetto spiovente. Il bagagliaio è in linea con lo spirito della vettura, con 400 litri è in grado di accogliere anche due borse da golf e altri accessori.

 

Non ci sono dubbi che sia una AMG. I rivestimenti sottoporta riportano il logo AMG su inserti cromati, idem l’impianto di scarico sportivo che presenta due doppi terminali. La scrittaV8 BITURBOè ben visibile sui parafanghi anteriori. A rendere cattiva, cattivissima la SEC pensano anche i cerchi fucinati a 10 razze in grigio titanio con finitura a specchio, che impiegano pneumatici davanti 255/45 R 19 e dietro 285/40 R 19 su cerchi da 19”. Il muso è caratterizzato da fari a LED High Performance, che possono essere impreziositi dai cristalli Swarovski che danno una luce ancora più viva al frontale della Coupé.

 

 

L’ammiraglia tedesca è da sempre il biglietto da visita del colosso tedesco alle voci prestigio, tecnologia e sicurezza.

 

Anche l’interno cambia rispetto alla SEC normale. La AMG ha il volante sportivo  e i sedili in pelle Nappa traforata, la pedaliera in acciaio spazzolato e una strumentazione dedicata con display a colori da 31,2 centimetri con tecnologia TFT (e fondoscala a 330 km/h). I sedili AMG sono una monumentale opera d’arte. Offrono una grande sostegno laterale grazie al sistema pneumatico che gonfia il lato del sedile esterno alla curva. E regalano ben sei tipi di massaggi a cui è difficile resistere durante la guida. L’avrete capito, la SEC riesce ad amalgamare in modo splendido le prestazioni mostruose del V8 biturbo con un livello di confort degno di un viaggio in First Class.

 

Le magie della teconologia

La Mercedes-Benz  S 63 Coupé AMG mica si ferma allastrumentazione completamente digitale o ai sedili che massaggiano. La sua dote va ben oltre. La SEC dispone di un’incredibile telecamera che elabora immagini a 360° che aiutano molto le operazioni di parcheggio. C’è persino il visore notturno che evidenzia, sempre sul mega display davanti al guidatore, animali e persone nell’oscurità e illumina la zona mediante due fari a infrarossi. Con l’ausilio di una telecamera a infrarossi l’intero campo visivo viene riprodotto sotto forma di una nitida immagine greyscale. La funzione Spotlight illumina con un fascio di luce intermittente i pedoni che si trovano in un’area di pericolo.

 

Di serie c’è anche il sistema di assistenza alla guida antisbandamento. Riconosce l’abbandono involontario della corsia di marcia e fa vibrare il volante, riportando in linea la vettura. L’intervento è escluso, se il sistema rileva una reazione da parte del guidatore o l’attivazione dell’indicatore di direzione. Funziona tra i 60 e i 200 km/h e può essere disattivato. Ma di primizie high tech la nostra SEC ne ha davvero tante, pensate che con la pioggia la vettura tedesca dispone anche di un sistema diasciugatura automatica delle pastigliedei freni per avere una reazione  sempre immediata.

Sempre in tema di tecnologia applicata all’auto ci sono il sistema audio e quello di navigazione. La qualità del suono è eccellente e la navigazione viene rappresentata sul display ad alta definizione e risulta chiara e di semplice consultazione. Merito in anche del nuovo touchpad, che consente con un dito di spostarsi tra le varie voci del menù. Sapete poi perché la SEC regala Viaggi Stellati (come strillato nel titolo della nostra prova)? È semplice: a richiesta è disponibile per la sportiva AMG persino la guida turistica Michelinper 36 Paesi europei con tutte le informazioni su ristoranti, alberghi e itinerari turistici.

 

La nostra prova. C’è anche un po’ di moto

Comoda, sofisticata oltre che tremendamente bella. Mettersi al volante della Mercedes-Benz  S 63 Coupé AMG ci regala sicuramente momenti di vera estasi automobilistica. Sulla comodità e sulla qualità dell’abitacolo non si discute nemmeno, il livello è eccellente. Anche l’ergonomia è all’altezza del nome. La SEC risulta persino semplice da condurre e richiede solo un minimo apprendistato per conoscere tutte le meraviglie tecnologiche di bordo. In questo è di grande aiuto il touchpoud che non distrae il guidatore dalla strada.

 

 

Il motore AMG diventa una vera belva, in accelerazione arriccia l’asfalto

e lancia la SEC a velocità impressionanti in pochissimi secondi.

 

L’assetto è improntato al massimo confort e la Coupé, nonostante la gommatura extra large, fa diventare morbida moquette anche le peggiori buche della strada. Le sospensioni e i sedili isolano in modo esemplare i passeggeri che sono cullati in un silenzio interrotto solo dai ruggiti del V8. Basta infatti selezionare la modalità di guida Sport per cambiare il volto allo sterzo, alle sospensioni e soprattutto all’incredibile biturbo da 585 cavalli. Il motore AMG diventa una vera belva, in accelerazione arriccia l’asfalto e lancia la SEC a velocità impressionanti in pochissimi secondi. In soli 4 secondi passa da 0 a 100, ma la progressione toglie il fiato anche oltre i 200 orari. La AMG sulle autostrade tedesche ha davvero pochi rivali.

Ottimo il comportamento del cambio automatico a 7 marce e fantastica è anche la resistenza dei freni. L’assetto sportivo AMG simula il comportamento di una moto in curva e riesce ainclinare l’auto verso l’interno fino a 2,6°per ridurre l’effetto delle forze trasversali e renderla così più agile nei percorsi tortuosi. Le qualità dello sterzo e il dinamismo rendono piena giustizia alla sigla AMG e nascondono alla grande le dimensioni e il peso (5 metri per 2 tonnellate col guidatore a bordo).

 

La tecnologia di bordo aggiunge una grande sicurezza al servizio di chi guida, ma ha come contropartita il limite di filtrare un po’ troppo le emozioni più rudi legate alle prestazioni superlative del V8 AMG. Poco male, perché le attenzioni che la Mercedes-Benz  S 63 Coupé AMG riserva al suo fortunato proprietario sono così tante che non vorresti mai scendere. Non importa se vai a spasso su per il Beau Rivage di Montecarlo o se metti alla frusta i quasi 600 cavalli sulla Cisa, la mitica SEC sa unire in modo magnificoil confort di una Classe S con l’esuberanza di una  AMG.

 

Fonte Automoto.it Andrea Perfetti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *