Il vino Solopaca doc (Benevento) -di Loris Gobbo –

 

 

GUARDA VIDEO 

 

 

Il vino “Solopaca”, un Doc originario della zona del Sannio, in provincia di Benevento, ed in particolare nel comune omonimo, si produce in diverse tipologie: Bianco, Falanghina, Rosso, Aglianico, Rosato e spumante, con alcune varianti.

 

il Solopaca Bianco si ottiene da uve Trebbiano Toscano in proporzione variabile tra il 40% ed il 60%, con aggiunta di uve Falanghina, Coda di Volpe, Malvasia Toscana e Malvasia di Candia, chiamata in zona uva di Cerreto, da soli o congiuntamente, purché i vitigni aromatici, sempre del beneventano, nel complesso non superino il 20% del totale.

 

Il vino che ne esce ha un colore giallo paglierino più o meno intenso, profumo gradevole e vinoso e sapore secco e vellutato, ideale per antipasti delicati e primi piatti a base di pesce, pietanze con le uova, sauté di vongole e formaggi a breve stagionatura.

Il Solopaca Falanghina si ottiene da almeno l’85% di uve dall’omonimo vitigno con l’eventuale concorrenza di uve da altri vitigni a bacca bianca non aromatici fino ad un massimo del 15%. 

 

Alla degustazione si presenta di un bel colore giallo paglierino scarico, profumo vinoso, fresco e gradevole e sapore secco, armonico e lievemente acidulo; è un vino che si sposa in modo eccellente con i crostacei.

 

Il Solopaca Doc Rosso, che può anche subire un processo d’invecchiamento, deriva da uve Sangiovese da un minimo del 50% fino ad un massimo del 60%, Aglianico dal 20 al 40%, con l’eventuale aggiunta di uve da altri vitigni a bacca rossa non aromatici, in particolare il Piedirosso e lo Sciascinoso. 

 

Si tratta di un eccellente vino dal colore rosso rubino più o meno intenso, profumo intenso e caratteristico e sapore asciutto, armonico e vellutato. 

E’ ideale con primi piatti saporiti a base di carne rossa, grandi arrosti e cacciagione da piuma, soprattutto nelle tipogie Classico Riserva e Superiore.

 

Abbiamo poi il Solopaca Aglianico, un vino dal bel colore rosso rubino più o meno intenso, profumo gradevole e vinoso e sapore tipico ed asciutto, morbido e vellutato, adatto ai secondi piatti a base di carne rossa, pollame o cacciagione da piuma.

 

Dal suo stesso uvaggio si ottiene anche, con una breve macerazione delle bucce, anche il Solopaca Rosato, dal profumo caratteristico e delicato e sapore asciutto ed armonico, talvolta vivace, da degustare con i salumi, piatti delicati a base di carni bianche o rosse e formaggi a media stagionatura.

Infine c’è il Solopaca Spumante vinificato con metodo Classico o Charmat delle uve Falangina; un buon spumante dalla spuma fine e persistente, di colore giallo paglierino chiaro, profumo caratteristico e vinoso e sapore sapido e tipico, da secco a semisecco. 

 

Si tratta di un vino eccellente come aperitivo e adatto anche con i crostacei ed i frutti di mare ed in particolar modo con le ostriche.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *