Lamborghini Aventador SVJ: anteprima con record -di Peppe Croce-

,

    E’ la Lamborghini con motore V12 più potente e veloce di sempre, verrà presentata alla Monterey Car Week in California ma è già regina del Ring.

Verrà presentata tra poche ore alla Monterey Car Week in California la nuova Lamborghini Aventador SVJ, cioè la Lambo con motore aspirato V12 più cattiva di sempre grazie a 770 CV di potenza, coppia massima di 720 Nm a 6.750 giri/min e trazione integrale con quattro ruote sterzanti.

Come è tradizione per Lamborghini la sigla SVJ ha un significato importante: Super Veloce Jota. L’allegato J, infatti, nel regolamento ufficiale della F.I.A. è quello che stabilisce le specifiche delle auto da competizione e dai tempi della Miura la lettera Jota è usata da Lamborghini per identificare i suoi modelli più estremi.

La SVJ è un vero e proprio mostro da pista, tanto che ha già infranto il record per le auto di serie al Nürburgring-Nordschleife, l’anello nord del celebre circuito tedesco, con 6:44,97 minuti. A settembre dell’anno scorso la Porsche 911 GT2 RS aveva fermato le lancette del cronometro a 6:47,3.

La produzione di questa supercar sarà limitata a soli 900 esemplari. Al Pebble Beach Concours d’Elegance, invece, sarà svelata la versione SVJ 63, un’edizione speciale ancora più esclusiva con un allestimento unico e che sarà prodotta in soli 63 esemplari per rendere omaggio all’anno di nascita della Lamborghini: il 1963.

L’Aventador SVJ è una vettura innovativa e rappresenta la massima espressione della nostra gamma di supersportive – spiega Stefano Domenicali, CEO di Automobili Lamborghini – La sfida per i nostri progettisti e ingegneri è stata quella di migliorare l’essenza più pura della supersportiva Lamborghini, traendo ispirazione da mezzi superveloci e improntati all’aerodinamica, come le navicelle spaziali e gli aerei da caccia. L’Aventador SVJ compie un ulteriore passo in avanti, definendo nuove prospettive nello sviluppo delle supersportive del futuro“.

Oltre al motore e alla trazione, a fare la differenza in questa Aventador SVJ sono anche i materiali utilizzati e l’aerodinamica. Grazie ad un ampio uso di fibra di carbonio e altri materiali superleggeri, infatti, il peso a secco di questa supercar è di soli 1.525 kg e il rapporto peso-potenza è pari a 1,98 kg/CV.

L’Aventador SVJ tocca i 100 km/h in 2,8 secondi e i 200 km/h in 8,6 secondi da ferma; ha una velocità massima di oltre 350 km/h e frena in 30 metri da 100 a 0 km/h.

Rispetto all’Aventador S con ogni dettaglio di design della SVJ è stato ottimizzato in termini di aerodinamica ottenendo una deportanza nettamente migliore rispetto alla precedente Aventador SV: +40% su entrambi gli assi con un coefficiente di resistenza aerodinamica ridotto dell’1%.

La vettura è più larga grazie anche a un nuovo paraurti anteriore con alette laterali integrate, che integra una una nuova presa d’aria il sistema di Aerodinamica Lamborghini Attiva (ALA) brevettato da Lamborghini. Lo splitter frontale è scollegato e fa da canale per il flusso d’aria.

La presa d’aria tridimensionale sul cofano migliora sia la resistenza aerodinamica che la deportanza. La parte superiore della carrozzeria ha una deportanza ottimizzata, portando la deportanza totale nella SVJ a valori migliori del 70% rispetto alla SV “normale“.

Completamente nuovo il longherone a forma di Y che ricorda gli aerei da caccia. Migliorate anche le prese d’aria laterali (più grandi) e le nuove alette sul lato anteriore (che oltre a ridurre la resistenza aerodinamica migliorano anche il raffreddamento).

Ancora più complessa l’aerodinamica del sottoscocca, con generatori di vortici che lavorano insieme ai diffusori anteriori, e un diffusore posteriore con pinne divergenti completamente nuovo. Anche lo spoiler posteriore della SVJ è stato ottimizzato con un nuovo profilo alare, un sistema ALA 2.0 ottimizzato e alette laterali per ridurre la turbolenza.

In generale tutto il sistema ALA (comparso per la prima volta sulla Huracán Performante presentata l’anno scorso) è stato molto ottimizzato per l’Aventador SVJ, tanto da guadagnarsi la denominazione di ALA 2.0. Si tratta di un sistema di aerodinamica attiva, gestito dall’unità di controllo Lamborghini Dinamica Veicolo Attiva 2.0 (LDVA 2.0) con sensori inerziali migliorati. Adesso i flap del sistema ALA vengono attivati in meno di 500 millisecondi per garantire la migliore configurazione aerodinamica della vettura in ogni condizione di guida.

Quando ALA è disattivato i flap attivi sono chiusi e generano l’alto livello di deportanza necessario ad affrontare curve ad alta velocità e frenate complete.

Quando il sistema ALA viene attivato, invece, i flap anteriori si aprono riducendo la pressione sullo spoiler anteriore e indirizzando l’aria ai generatori di vortici del sottoscocca. Ciò riduce la resistenza aerodinamica e permette accelerazione e velocità massime.

L’Aventador SVJ ha tre modalità di guida: Strada, Sport e Corsa. Esiste inoltre l’opzione EGO, che consente al conducente di personalizzare la configurazione della vettura. Il display TFT presente nell’abitacolo oltre ad avere le funzioni di un normale quadro strumenti mostra anche in tempo reale lo stato delle funzioni ALA.

Passando al sistema di navigazione e all’infotainment, invece, da segnalare la compatibilità con Apple CarPlay. Il sistema di telemetria Lamborghini Telemetry System è invece optional e permette di memorizzazione i tempi cronometrati, i risultati ottenuti in pista, ma anche dei dati di ogni tragitto.

La Lamborghini Aventador SVJ verrà consegnata ai primi clienti a inizio 2019. Il prezzo consigliato per il pubblico è di 349.116 euro tasse escluse.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *